BRESCIA FEMMINILE CON LA LAZIO È 1-1

Categoria principale: Brescia Calcio Femminile
Brescia Femminile-Lazio 1-1
Brescia Femminile-Lazio 1-1

Una grande prova da parte del Brescia Calcio Femminile nella 18a giornata del campionato di Serie B al cospetto della Lazio guidata da Carolina Morace, una delle candidate alla promozione in Serie A: al termine di una partita equilibrata, godibile e combattuta, è 1-1 grazie alle reti nel primo tempo di Martin e Magri. Brescia che sale così a 23 punti in classifica.

Mister Fabio Treccani opera un solo cambio, forzato, nell’undici iniziale che aveva espugnato il campo del Chievo Verona sette giorni fa: non c’è Ghisi squalificata, al suo posto Barcella che forma la cerniera in mezzo al campo con Magri e Previtali; sulle fasce Viscardi e Massussi; in porta c’è Gilardi, difesa composta da Brevi, Locatelli e Galbiati. In attacco Cristina e Luana Merli. Arbitra il signor Duzel di Castelfranco Veneto.

;

Dopo una prima fase di studio, è la Lazio la prima squadra a rendersi pericolosa con il tiro-cross di Pittaccio al 7′: pallone che si perde di poco sul fondo sul secondo palo. Al 10′ Brescia pericoloso in contropiede con Previtali che crossa per Luana Merli che però non trova un buon impatto col pallone. Al 18′ il vantaggio della Lazio con Martin direttamente su calcio di punizione: l’attaccante spagnola infila il primo palo con una conclusione tagliata. Un minuto dopo ancora Martin pericolosa che approfitta di un retropassaggio corto della retroguardia biancoblù, salta Gilardi in uscita ma si allunga troppo il pallone che esce sul fondo. Il Brescia non si scompone, e ricomincia a giocare: al 21′ tiro di Viscardi da posizione defilata, parata di Guidi. Al 22′ occasione Brescia con Massussi sul cross di Viscardi: il colpo di testa dell’esterno è largo. Ancora di testa il Brescia si fa vedere al 24′, stavolta con Luana Merli: pallone alto non di molto. Al 26′ traversa del Brescia con Cristina Merli direttamente da calcio di punizione: decisiva la deviazione di Guidi. Al 27′ si rifanno vedere le ospiti: Martin calcia da distanza ravvicinata, Gilardi respinge in corner con il piede. Al 29′ grande occasione per il Brescia con il missile di sinistro di Luana Merli dall’interno dell’area: strepitosa la risposta di Guidi che vola e mette in angolo. Al 37′ cross di Cristina Merli: Viscardi è anticipata di un soffio, poi Previtali ci prova al volo ma la difesa biancoceleste mette in corner. Al 39′ il meritato pareggio del Brescia con la fantastica conclusione di Magri che si infila sotto la traversa. Al 41′ Lazio vicina al gol in contropiede con Visentin, ma Gilardi respinge di piede.
Nella ripresa, al 7′, azione personale di Luana Merli: tiro dal limite, pallone alto. Al 13′ ci prova Cuschieri da distanza ravvicinata, ma Gilardi è attenta e blocca. Al 15′ Lazio pericolosa col cross di Labate respinto da Gilardi: sul rimbalzo c’è Martin che calcia al volo ma spedisce alto. Al 20′ gioco fermo per diversi minuti per l’infortunio occorso a Noemi Visentin: l’attaccante della Lazio viene portata fuori dal campo in barella e in lacrime. Per lei si teme un brutto infortunio al ginocchio: a lei va l’augurio da parte di tutto il Brescia femminile di pronta guarigione. Al 23′ le prime mosse di Treccani dalla panchina: entrano Assoni e Brayda per Barcella e Viscardi; più avanti entreranno Parsani e Ronca per Massussi e Cristina Merli. Al 28′ tiro dalla lunga distanza di Magri: Guidi si allunga e blocca. Sul ribaltamento di fronte Martin cerca il pallonetto dalla trequarti col pallone che va non lontano dalla porta. Nel finale la Lazio aumenta la pressione e il Brescia si abbassa a protezione del risultato: al 31′ Martin va vicina alla doppietta con un tiro di sinistro sul secondo palo, pallone fuori di poco. Al 34′ Brescia pericoloso in contropiede con Luana Merli: la sua conclusione dal limite è alta di poco. Al 45′ tiro di Palombi, facile parata di Gilardi. L’attaccante laziale si ripete al 48′, ancora Gilardi con sicurezza blocca il pallone. Al 49′ terza conclusione di Palombi appena all’ingresso dell’area di rigore: Gilardi si distende e mette in corner. Dall’angolo stacca Clemente ma non trova la porta di poco. L’ultima azione è ancora di Martin, al 50′: tiro della spagnola alto.
Finisce così, con un po’ di sofferenza nel finale, ma con una grande prova da parte delle Leonesse, che artigliano un punto con grinta, cuore e testa. Da domani le biancoblu tornano al lavoro in preparazione dello scontro diretto in chiave salvezza di domenica prossima in casa del Perugia per il recupero della quindicesima giornata.

LE INTERVISTE – E’ ovviamente soddisfatto mister Fabio Treccani: «Cogliamo un bel punto contro una squadra che ha obiettivi diversi dal nostro. Direi che il primo tempo è stato più dalla nostra parte, peccato essere andate sotto alla prima occasione, ma poi la reazione della squadra c’è stata e nella parte centrale del primo tempo abbiamo sfiorato il gol diverse volte e la rete di Magri è stata il giusto coronamento di una bella prestazione collettiva». La nota positiva di giornata, sicuramente, lo spirito della squadra che non si è abbattuta dopo il gol subìto; quella meno positiva il calo nel finale con la Lazio che ha sfiorato il gol del 2-1 in più occasioni negli ultimi minuti: «Sì, alla fine abbiamo rischiato un po’. Per quanto riguarda la prima parte, avevamo preparato la partita in modo attendista, per vedere come avrebbe affrontato l’approccio la Lazio. Il gol per assurdo ci ha svegliate, le ragazze hanno ricominciato a giocare e si è visto il Brescia della scorsa settimana a Verona. Nel secondo tempo qualcosa abbiamo lasciato, ma le ragazze hanno dato tutto quello che dovevano e potevano, e probabilmente nel finale hanno pensato a portare a casa questo punticino che muove la classifica e dà morale». Venerdì si era parlato di partita diversa rispetto a quella di Verona, ed effettivamente è stato così visto il valore dell’avversaria, però il tratto comune da parte del Brescia è stato il grande carattere e spirito di gruppo con il quale ha affrontato entrambe le partite e anche la sagacia nel saper leggere i diversi momenti della partita: «Da questo punto di vista certo, al di là del risultato in sé avevamo chiesto alle ragazze di ripartire da queste cose qui. Atteggiamento giusto, grinta, cattiveria agonistica. Non possiamo prescindere da queste caratteristiche, e la prestazione poi viene di conseguenza. Oggi si è visto secondo me ancora di più il carattere della squadra perché abbiamo lottato contro una squadra esperta con giocatrici di qualità e categoria superiore. La nostra crescita passa anche da queste partite, e il punto di oggi è sicuramente un bel viatico per la partita di domenica prossima contro il Perugia che per noi è fondamentale».
Ottima prova in difesa per Elisa Galbiati: «Secondo me abbiamo fatto una buona prova e possiamo ritenerci soddisfatte per il risultato. La Lazio punta a salire in Serie A, quindi è andata bene. Nel primo tempo abbiamo fatto meglio, nella ripresa abbiamo subìto la loro pressione nella nostra metà campo, ma abbiamo tenuto bene». E’ venuto fuori ancora una volta il carattere e la determinazione del gruppo: «E’ tanto una questione mentale. Siamo tutte sulla stessa barca, e se remiamo dalla stessa parte i risultati arrivano. Non senza fatica, ma senza preoccupazioni». Tra sette giorni trasferta importantissima a Perugia: «Sì, dobbiamo andare a Perugia e dimostrare il nostro valore, far vedere cosa sappiamo fare e di non essere da meno rispetto a nessun’altra squadra. Affronteremo questa partita con grande voglia».
Titolare contro la Lazio in mezzo al campo, Chiara Barcella: «Abbiamo affrontato una squadra importante, ci siamo preparate bene. Peccato essere partite un po’ con l’handicap per il gol subìto presto, perché eravamo partite col piede giusto e questa rete poteva tagliarci le gambe, però non ci siamo arrese perché c’era ancora tanto tempo, abbiamo fatto la nostra partita e fatto vedere che questo Brescia c’è e non è da meno. Abbiamo sfiorato il gol più volte oltre al pareggio, poi nella ripresa siamo andate un po’ in difficoltà ma credo che nell’arco di una partita ci sta che si attraversino momenti di questo tipo. Siamo soddisfatte, un punto importante, ripartiamo da qui». Una prestazione che tutta la squadra dedica a Gaia Farina, infortunata al ginocchio e in procinto di operarsi: «Sì, la dedichiamo a lei questa bella partita e questo risultato importante. La aspettiamo e le facciamo un grandissimo in bocca al lupo».

Brescia-Lazio 1-1
Brescia Gilardi, Brevi, Locatelli, Galbiati, Viscardi (23′ st Brayda), Previtali, Magri, Barcella (23′ st Assoni), Massussi (34′ st Parsani), Cristina Merli (39′ st Ronca), Luana Merli. (Cogoli, Verzeletti, Martino, Pasquali, Colombo). Allenatore Treccani
Lazio Guidi, Savini, Cuschieri, Martin, Santoro (1′ st Shanahan), Berarducci Martina (22′ st Proietti), Di Giammarino, Pittaccio (1′ st Lujks), Gambarotta, Labate (26′ st Palombi), Visentin (22′ st Clemente). (Berarducci Sara, Mattei, Natalucci). Allenatore Morace
Arbitro Duzel di Castelfranco Veneto
Reti pt 18′ Martin, 39′ Magri
Ammonizioni Santoro, Brevi, Previtali
Note Stadio “Gino Corioni” di Ospitaletto. Gara a porte chiuse. Calci d’angolo 4-6. Recupero pt 0′, st 5′.

.

 Brescia Femminile-Ravenna 0-1
Brescia Femminile-Ravenna 0-1

Brescia Femminile sconfitta 0-1 dal Ravenna

Sconfitta interna di misura per il Brescia Calcio Femminile nella 19a giornata del campionato di Serie B: al “Gino Corioni” di Ospitaletto il ...

.