BRESCIA FEMMINILE BUON PUNTO A COMO 2-2

Categoria principale: Brescia Calcio Femminile
Riozzese Como-Brescia 2-2
Riozzese Como-Brescia 2-2

ttimo punto conquistato dal Brescia sul campo della Riozzese Como nel recupero della 23a giornata del campionato di Serie B: in svantaggio due volte per la doppietta di Di Luzio, le Leonesse rimontano prima col rigore calciato da Cristina Merli e poi con la splendida conclusione dalla distanza a ridosso del 90’ di Sofia Pasquali. Ora la zona salvezza è lontana quattro punti.

LA GARA – Coach Maria Macrì opera solo un cambio rispetto alla vittoria di domenica contro il Pontedera: al posto di Parsani c’è Brevi, che completa la linea difensiva formata da Viscardi, Locatelli e Galbiati davanti a Gilardi in porta; a centrocampo Previtali, Magri e Ghisi; Cristina Merli a sostegno di Brayda e Luana Merli. Arbitra il signor Marco Sicurello di Seregno.
Con la presidente Clara Gorno presente in tribuna a seguire il match, il Brescia parte meglio e al 6’ va al tiro dal limite dell’area, col pallone che si perde alto sulla traversa. Al 12’ Previtali cerca lo stacco di testa su cross di Brayda, ma non riesce ad indirizzare verso la porta. AL 14’ opportunità per il Brescia con una punizione dal limite: Brayda cerca la conclusione potente ma il pallone è respinto dalla barriera, poi esce in corner. Al 19’ ancora Brayda protagonista con un tiro da fuori: conclusione a lato non di molto. Alla prima occasione però passa il Como: da un cross proveniente dalla sinistra Di Luzio stacca da sola al centro dell’area, il pallone sbatte sulla faccia inferiore della traversa e si insacca. Il Brescia incassa il colpo ma non si abbatte: al 41’ Locatelli vede Russo fuori dai pali e cerca di sorprenderla con una conclusione dalla distanza: il portiere comasco rientra in posizione e devia in calcio d’angolo.

<iframe width="560" height="315" src="https://www.youtube.com/embed/wXhpH3S3UXY" title="YouTube video player" frameborder="0" allow="accelerometer; autoplay; clipboard-write; encrypted-media; gyroscope; picture-in-picture" allowfullscreen></iframe>

Nella ripresa è il Como ad essere più aggressivo in avvio, ma senza riuscire a portare pericoli dalle parti di Gilardi; la prima conclusione verso la porta è di Ghisi al 16’: palla colpita al volo dal limite ma nessun problema per Russo. Al 17’ Luana Merli si mette in proprio e parte in velocità: si porta il pallone dalla parte sinistra dell’area e prova la conclusione ma senza impensierire Russo. Al 24’ il Brescia pareggia: Luana Merli viene atterrata da Russo al limite dell’area; dal dischetto si presenta Cristina Merli che batte Russo. Ma il pareggio dura solo tre minuti: al 28’ Di Luzio controlla un pallone in area, si gira e spara un missile sul primo palo che coglie Gilardi di sorpresa. Il gol potrebbe tagliare le gambe al Brescia, che nei minuti immediatamente successivi allo svantaggio sembra cedere, ma poi si riprende e torna a giocare: dalla panchina entrano Barcella per Previtali, Parsani per Brevi, Assoni per Cristina Merli e Pasquali per Magri. Al 43’ il meritato pareggio: Pasquali con una parabola beffarda infila Russo sotto la traversa.
È l’ultima emozione di una partita combattuta e ben giocata dalle Leonesse, che conquistano così un punto prezioso nella corsa alla salvezza: obiettivo ora ancora più vicino e che le biancoblu proveranno a conquistare nella trasferta di domenica in casa del già promosso Pomigliano.

LE INTERVISTE – Coach Maria Macrì è naturalmente soddisfatta sia per la prestazione che per il risultato: «Abbiamo fatto un’ottima partita conquistando un punto importante e giusto per quello che si è visto in campo ed è sicuramente buono per la nostra classifica. Siamo partite forte e non abbiamo concesso nulla al Como fino al loro gol, e in generale la squadra ha sempre cercato di giocare e non si è abbattuta dopo gli svantaggi, quindi anche dal punto di vista caratteriale ci sono state ottime risposte da parte di tutte ragazze, che hanno giocato con grande voglia ed intensità. Sicuramente non meritavamo di perdere». Domenica si va a Pomigliano: «Sì, giocandocela come facciamo sempre e senza paura, con la voglia di andare a fare risultato e conquistare la salvezza matematica».
Cristina Merli era rimasta vittima a metà primo tempo di un colpo alla testa che per qualche istante aveva fatto preoccupare i presenti in tribuna: medicata dai sanitari del 118 e dallo staff del Brescia per lei un taglio sulla parte destra della testa che comunque non le ha impedito di tornare in campo e dare il suo contributo. «Sto bene dai, mi ero spaventata anche io lì per lì perché era uscito tanto sangue, invece era solo un taglietto fortunatamente». Sulla partita: «Sapevamo della forza del Como e abbiamo fatto la nostra partita. Siamo state brave a fare quello che ci eravamo prefissate e sicuramente peccato per essere andate in svantaggio perché sarebbe stata un’altra partita». Quanto pesava quel rigore? «Tanto, devo essere sincera. Poi le mie compagne mi hanno incitata e spronata a calciarlo, nonostante la botta in testa, e quindi sono andata». Il gol del 2-1 del Como poteva tagliare le gambe al Brescia, invece la squadra ha ricominciato a giocare trovando poi il pari: «Sì, anche perché quel gol è arrivato che non mancava molto alla fine però abbiamo reagito e mantenuto le distanze giuste senza sbilanciarsi, e poi Sofia ha trovato un grande gol».
Come contro la Lazio, per Sofia Pasquali ha trovato un gol decisivo nei minuti finali con una conclusione dalla distanza: «Sono contenta, perché segnare quasi allo scadere è sempre una grande soddisfazione e soprattutto perché ci ha aiutate a conquistare un punto importantissimo. Certo, ne avremmo meritati di più perché abbiamo giocato gran parte della gara nella metà campo del Como, però siamo contente del punto e andiamo avanti così». Un punto che dà fiducia e che avvicina alla salvezza: «Siamo consapevoli che dobbiamo ancora raggiungere l’obiettivo, quindi già da domenica scenderemo in campo per dare il massimo per conquistarlo». Importante lo spirito della squadra mostrato durante tutta la gara: «Sicuramente il gol del 2-1 è stato una bella botta, però non abbiamo mollato e questo era l’importante». (Ufficio stampa BCF)

Riozzese Como-Brescia 2-2

Riozzese Como Russo, Segalini, Rizzon, Varriale, Fadini, Vivirito, Cavicchia (23’ st Abati), Fusar Poli, Ambrosetti, Rognoni (35’ st Cama), Di Luzio (35’ st Pellegrinelli). (Bargna, Bianchi, Ferrarioi, Gomez Olivares, Franco). Allenatore Calcaterra

Brescia Gilardi, Viscardi, Locatelli, Galbiati, Brevi (27’ st Parsani), Ghisi, Magri (35’ st Pasquali), Previtali (15’ st Barcella), Cristina Merli (35’ st Assoni), Brayda, Luana Merli. (Meleddu, Verzeletti, Martino, Massussi, Colombo). Allenatore Macrì

Arbitro Marco Sicurello di Seregno. Assistenti Gennantonio Martone (Monza), Ilario Montanelli (Lecco)
Reti pt 35’ Di Luzio; st 25’ Cristina Merli rigore, 28’ Di Luzio, 43’ Pasquali
Ammonite Cristina Merli, Roberto Antonini (Team manager Brescia)
Note Stadio “Comunale” di Ponte Lambro. Gara a porte chiuse. Calci d’angolo 5-6. Recupero pt 2’, st 4’.

.

.