Lecce Brescia 3-1 Adesso é serie B

Categoria principale: Brescia Calcio
Lecce Brescia 2-1 fotolive
Lecce Brescia 2-1 fotolive
Il Brescia si schiera a Lecce con il consueto 4-4-2 di Lopez, con Joronen in porta, Sabelli a destra, Mangraviti a sinistra, centrali Papetti e Chancellor, nei quattro a centrocampo trova spazio Zmrhal sulla macina, a destra Martella, in mezzo Tonali e Dessena, in attacco Torregrossa affianca Donnarumma. Inizia meglio il Brescia che però si spegne presto, perchè commette troppi errori anche su appoggi elementari.
Torregrossa la spara a lato da buona posizione dopo un grande assist di testa di Donnarumma.
Joronen para a terra un tiso a botta sicura da pochi passi di Mancosu.
Il peggiore arbitro della serie A, Maresca di Napoli, fischia un fallo di un irroconoscibile Sabelli che con l' ammonizione salterà anche la sfida al parma per squalifica.
Sulla punizione Papetti va farfalle dimenticandosi Lapadula che tutto solo ringrazia e di testa appoggia in rete, ' il 22'.
Reazione delle rondilelle con Zmrhal che tira forte sul primo palo dove Gabriel fa buona guardia.
Ancora errori su errori nell' impostazione del gioco per le rondinelle con un centrocampo impreciso e privo di idee.
Alla mezz' ora ancora un fallaccio da dietro del già ammonito Paz su Torregrossa, sul cross di Tonali, Papetti la spara alle stelle.
Tonali saltato in tunnel come un birillo, rimpallo in area su Joronen che in uscita bassa manca incredibilmente la presa, il Lecce raddoppia ancora con Lapadula al 33'.
Il Brescia si getta in avanti in cerca di un gol per riaprire la partita e la lotta salvezza.ma arriva solo un corner battuto male da Tonali, mentre Sabelli continua a gettare al vento ogni palla che gioca, mentre in fase difensiva ferma Donati in corner.

Al 40' finalmente una percussione positiva di Sabelli per Donnarumma che dal limite tira col corpo sbilanciato all' indietro spedendo la palla in curva.
Primo tempo pessimo delle rondinelle, dove non si salva nessuno, lo 0 a 2 parziale è del tutto meritato.
Entrano Ayè per Donnarumma acciaccato e Gastaldello per Chanchellor al 46', poi entra al 52' Semprini per Sabelli.
Al 63' dopo un assedio di svariati minuti, Dessena in una mischia in area trova la zampata vincente in scivolata dimezzando le distanze.
Insiste il Brescia, ma Semprini e Gastaldello sono imprecisi, poi sanguinosa palla persa a metà campo e Saponara in contropiede castiga le rondinelle, 3 a 1 al 70'.
Mateju di testa prova a riaprire la partita, ma Gabriel para, clamoroso assist al rovescio di Ayè per Barack, Joronen ci mette una pezza.
Il Brescia abbandona la categoria conquistata il campionato scorso, dopo una stagione disastrosa, con tanti errori individuali commessi da una rosa scarsa per la serie A, dove si è giocato alla pari tante partite, ma tante si sono calate le braghe per errori dei singoli. A volte la sfortuna ci ha messo lo zampino, ma ciò non può distogliere l' attenzione da un mercato estivo insufficiente e da un pessimo mercato di riparazione, dove sono partiti tanti giocatori e ne sono arrivati troppo pochi e nessuno nei ruoli scoperti in difesa, sulle fasce, a centrocampo e in attacco.
Alcuni giocatori si dimostrati veramente sopravvalutati, Tonali ha fallito tutte le ultime partite, Torregrossa spesso infortunato, Donnarumma in condizioni pietose, Balotelli non pervenuto, tanti giovani lanciati che devono farsi le ossa, tanti giocatori mai presi in considerazione che di certo non erano inferiori ai vari Gastaldello, Spalek, Martella ed Ayè, ma non solo loro, grossissime delusioni ed autori di prestazioni da mani nei capelli.
 
LECCE
Gabriel, Lucioni, Paz, Donati, Mancosu, Lapadula (45' Shakhov), Falco (58' Majer), Saponara, Rispoli, Barak, Tachtsidis.
A disposizione (Vigorito, Sava, Radicchio, Vera, Monterisi, Meccariello, Colella, Maselli, Rimoli, Dell'Orco.)
Allenatore: Fabio LIVERANI
BRESCIA
Joronen, Sabelli (50' Semprini), Tonali, Zmrhal, Donnarumma (45' Ayé), Torregrossa, Chancellor (45' Gastaldello), Mangaviti (63' Bjarnason), Martella, Dessena, Papetti (83' Mateju).
A disposizione (Andrenacci, Alfonso, Ghezzi, Viviani.)
Allenatore: Diego LOPEZ
 
Arbitro: Fabio MARESCA della Sezione di Napoli.
Marcatori: Lapadula, Lapadula, Dessena, Saponara.
Ammonizioni: Paz, Sabelli, Majer.
Note: Gara disputata a porte chiuse, recupero 4' pt e st 5'.
 

 

.

.