.



BRESCIA-BENEVENTO 1-0 Le pagelle

Categoria principale: Brescia Calcio
BRESCIA-BENEVENTO 1-0 Fotolive
BRESCIA-BENEVENTO 1-0 Fotolive

Lezzerini; 6,5 devia in bagher a lato un tiro centrale da fuori, blocca sul primo palo un diagonale dal limite, mette i guantoni su un tiro-cross, mantiene la porta inviolata con l' ultima coraggiosa uscita alta che fa esplodere ed esultare il Rigamonti con il quasi contemporaneo fischio finale

Karacic, 6,5 fa tutto bene fino al cross, gliene riesce solo uno in 90', ma presidia la sua fascia con forza e vigore

Papetti, 7 in continua crescita non concede nulla a nessuno

Adorni, 7 presidia l' area di rigore e concede poco o niente alle punte avversarie

Mangraviti; 6,5 interpreta bene il ruolo di laterale sinistro, ma sballa troppi traversoni, meglio nella fase difensiva

Bisoli 6 al rientro dopo il lieve affaticamento, cala alla distanza, per un'ora vince il confronto a centrocampo, senza riuscire a farsi pericoloso in avanti dal 60' Ndoj 7 finalmente recuperato, si fa subito vedere: assist al bacio per Moreo e punizione insidiosa parata da Letizia, con lui la squadra cambia ritmo,

Labojko, 6,5 lavoro oscuro e prezioso davanti alla difesa, gioca pochi palloni, ne spreca ancor meno

Bertagnoli; 7 il suo guizzo all'ultimo minuto di recupero, con buona dose di fortuna sul rimpallo, è decisivo per il vantaggio, per tutta la partita lotta come un leone, manca qualcosa in area avversaria, ma c'è assolutamente nei duelli a centrocampo

Benali 6,5 torna al Rigamonti da titolare dopo sette anni, gioca a tutto campo, lo trovi ovunque a tamponare a centrocampo ed in area di rigore, quando si divora il gol del vantaggio: il colpo di testa conferma non essere la sua specialità, dalla tribuna sembrava essersi procurato un rigore, ma né arbitro, né Var intervengono dal 60' Galazzi 6,5 nella mezz'ora finale c'è solo una squadra in campo ed il merito è anche suo, non riesce purtroppo a sbloccare la situazione non trovando la porta vuota con un rasoterra dai trenta metri, dopo che Letizia era uscito a zonzo per il campo;

Ayè 6 massacrato di falli con scarsa tutela arbitrale, non riesce a tirare mai in porta e per una punta non è un buon segno dal 86' Niemeijer 6,5, il trottolino fa impazzire la difesa ospite, ma la sua conclusione è smorzata e facile preda di Letizia, è il preludio all' assalto finale a cui contribuisce,

Moreo 7 la neo Rondinella d'oro 2022, accompagnata dal prezioso Filippo Migheli all' Oratorio San Giacinto e premiata da Andrea Caracciolo (osannato oggi in tribuna) il 13 settembre , si smarca spesso e volentieri, è al posto giusto, al momento giusto, ha almeno quattro palle gol nitide per sbloccare la partita, purtroppo o le spreca lui, o trova un difensore a ribattere miracolosamente in corner, oppure trova Letizia pronto alla parata, esce dopo l' ennesimo fallaccio dei campani che picchiano come fabbri con la complicità del pessimo Gualtieri che tira fuori i cartellini solo nel finale di partita dal 72' Bianchi 8 dà vivacità all'attacco, contribuisce al forcing finale delle rondinelle e con una stilettata da dentro area fulmina Paleari per il gol da tre punti che fa esplodere la tifoseria bresciana

Pep Clotet 9 gli mancano almeno sei possibili titolari, alcuni recuperati giocano in non buone condizioni, altri pure loro a corto di preparazione entrano a partita in corso, ma non si vede che è in difficoltà: gioca sempre un calcio offensivo e non vuole mollare mai, con i cambi tutti azzeccati conferma che lui vuole vincere questa partita ed infatti la vince. Davanti aveva una squadra fallosa, catenacciara, propensa a perdere tempo per novanta minuti che avrebbe fatto spazientire tutti Santi del Paradiso, ma lui trasmette tranquillità mentale, consapevolezza e tenacia alla squadra che lo segue, il primato in classifica con 15 punti in 6 partite se lo merita tutto, hai voglia di parlare solo di salvezza...

Pubblico 8, la Nord ci crede, trascina la squadra per tutta la partita, il secondo tempo è un assedio alla porta sotto la curva bresciana, alla fine al gol di Bianchi, esplode con tutto lo stadio, gradinata e tribuna compresa in un boato che si sente in tutta Mompiano, quasi ottomila spettatori rispetto ai quattro mila dell' ultima partita casalinga, sono un bel passo avanti

.

.