Ancora un pareggio Brescia Calcio Femminile 1 Vicenza 1

Brescia Calcio Femminile 1 Vicenza 1
Brescia Calcio Femminile 1 Vicenza 1

Il turno prenatalizio del girone B della Serie C femminile regala una partita divertente e combattuta come da previsioni tra Brescia Calcio Femminile e Vicenza, con le biancorosse venete capoliste in classifica e le Leonesse inseguitrici a cinque lunghezze di distanza. Al termine di una gara bella e accesa soprattutto nel primo tempo, è un 1-1 che occasioni alla mano forse sta leggermente stretto al Brescia, che nella ripresa ha avuto più forza nello spingere in avanti e colto l’ennesimo palo che certifica il momento sfortunato della stagione.

LA GARA – Mister Simone Bragantini conferma l’assetto tattico e nove undicesimi della squadra che ha pareggiato a Trento, con il ritorno di Meleddu fra i pali e l’ingresso di Magri in mezzo al campo al posto dell’acciaccata Previtali. In difesa il trio è composto da Belussi, Locatelli e Brevi; in mezzo al fianco di Magri c’è Ghisi con Viscardi e Massussi sulle fasce e in avanti Brayda a supporto di Assoni e Pasquali. Arbitra il signor Muccignato di Pordenone.

Pronti via, e il Vicenza passa in vantaggio: Brayda perde un pallone sanguinoso al limite dell’area in uscita, il rimpallo favorisce Basso che calcia di prima intenzione con la traiettoria che scavalca Meleddu. Potrebbe essere un colpo in grado di abbattere qualunque squadra, ma non il Brescia che comincia a tessere le sue trame di gioco e i frutti arrivano poco dopo: al 7’ Magri recupera un pallone a centrocampo e lancia Brayda sul lato sinistro, il capitano scarta un’avversaria e calcia di potenza di destro sul palo lungo per un gol fantastico. Le Leonesse spingono: al 10’ Assoni per Massussi che si porta il pallone sul destro ma calcia centrale. Un minuto dopo è il Vicenza a farsi vivo: tiro di Sossella, sul rimpallo interviene Ferrati che spara sotto l’incrocio ma l’intervento di Meleddu è fenomenale. Dopo una fase di stallo, ma di grande intensità, dopo la mezz’ora la partita si riaccende: al 30’ Viscardi con le mani per Brayda, che si libera e spara di destro sul primo palo, bella la risposta di Bianchi in corner. Al 34’ Vicenza pericoloso con Basso, lanciata in profondità: tiro dalla distanza dell’ariete biancorosso fuori di poco. Al 36’ Magri per Massussi che scavalca un’avversaria e va al tiro che viene respinto; sulla continuazione Brayda va alla conclusione deviata in corner. Il primo tempo si chiude con l’occasione per il Vicenza al 39’ con Ferrati che schiaccia troppo di testa da pochi metri.

La ripresa si apre con un cambio per parte: fuori Viscardi per Verzeletti nel Brescia e Dal Bianco prende il posto di Yeboaa, toccata duro nel finale di prima frazione, nel Vicenza. All’8’ Vicenza pericoloso con Ferrati che non arriva per un soffio sul cross di Dal Bianco. Al 18’ clamorosa occasione per Assoni sugli sviluppi di una punizione laterale: la sua conclusione da pochi metri è sporcata in corner. Progressivamente il Vicenza si abbassa e si affida al contropiede: al 20’ proprio da una ripartenza va alla conclusione Piovani, ma è brava Locatelli a mettere il piede e deviare in corner. Al 25’ Pasquali va al tiro da fuori di sinistro, con la risposta strepitosa di Bianchi che alza in calcio d’angolo. Al 28’ altra ripartenza delle ospiti con Basso che salta Locatelli poi di destro spara altissimo. Passa un minuto e Pedemonti, entrata da due minuti al posto di Assoni, va in percussione personale sulla sinistra, rientra sul destro e va al tiro ma il palo le nega la gioia del gol. Gli ultimi minuti si gioca nella metà campo del Vicenza: al 41’ cross di Brayda ed è decisivo l’intervento di Sossella che anticipa due Leonesse pronte a battere a rete. Finisce così 1-1 il big match dell’11° giornata, ma non il 2019 del Brescia: le ragazze di Bragantini sono infatti attesa dalla “coda” del recupero di domenica prossima in casa dell’Unterland Damen, una partita importante e decisiva nella rincorsa delle Leonesse verso la vetta della classifica.

LE INTERVISTE – Mister Simone Bragantini è orgoglioso e soddisfatto della prova offerta dalle sue ragazze: «Oggi non si può dire nulla da punto di vista della prestazione alla squadra. Abbiamo giocato un match di alta intensità in tutte le zone del campo contro una formazione che si è dimostrata di ottimo livello. Certo non siamo proprio fortunate in questo periodo, perché dopo il palo e la traversa di Trento oggi abbiamo preso un altro palo, però io guardo alle occasioni e al gioco proposto e vedo una squadra che sta crescendo sempre di più e sta prendendo sempre più confidenza con le proprie capacità e possibilità. Se continuiamo su questa strada andremo lontano. Ora però non dobbiamo abbassare la guardia e calare la concentrazione perché avremo una gara fondamentale domenica prossima in casa dell’Unterland, per chiudere bene il 2019 e guardare al 2020 con fiducia ed ottimismo».

Tra le migliori in campo indubbiamente Serena Magri: «Sono contenta della mia partita, ho cercato di dare il massimo oggi contro una squadra solida ma c’è un po’ di rammarico per non essere riuscite a portarla a casa. Credo avremmo meritato di vincere perché abbiamo avuto più occasioni da gol e in generale giocato meglio del Vicenza».

Goleador di giornata ancora una volta il capitano Veronique Brayda: «Siamo state brave a prendere subito in mano le operazioni dopo il gol subìto, nel quale ho sbagliato a non spazzare subito il pallone, però devo dire che la squadra ha giocato con personalità e con qualità e solo per un pizzico di sfortuna ci è mancato il gol della vittoria che avremmo meritato. Oggi siamo entrate in campo con la cattiveria, la concentrazione e la fame giusta per una partita di questo livello e credo che in campo si sia visto. Comunque dobbiamo essere fiduciose e continuare a lavorare come stiamo facendo senza mollare nulla perché domenica abbiamo un’altra partita fondamentale in casa dell’Unterland».

BRESCIA – VICENZA 1-1
Brescia Meleddu, Belussi, Massussi (15’ st Farina), Ghisi, Locatelli, Brevi, Brayda, Magri, Pasquali (40’ st Capelloni), Assoni (27’ st Pedemonti), Viscardi (1’ st Verzeletti). (Cogoli, Madaschi, Parsani, Bocchi, Fodri). Allenatore Bragantini
Vicenza Bianchi, Sossella, Missiaggia, Menon, Yeboaa (1’ st Dal Bianco), Carradore, Basso, Rigon, Piovani (37’ st Frighetto), Maddalena, Ferrati. (Dalla Via, Pegoraro, Lazzari, Pomi, De Vincenzi). Allenatore Dori
Arbitro Muccignato di Pordenone
Reti pt 2’ Basso, 7’ Brayda
Note Ammonita Rigon

.

.