BRESCIA FEMMINILE IN RIMONTA A PONTEDERA 2-3

Pontedera-Brescia Femminile 2-3
Pontedera-Brescia Femminile 2-3

.Il Brescia Calcio Femminile conquista tre punti fondamentali per la sua classifica al termine della trasferta di Pontedera: al 90’ è 3-2 per le Leonesse che ribaltano lo svantaggio del primo tempo firmato da Iannella con la doppietta di Luana Merli e il gol di Ghisi. A nulla è valso il gol di Tramonti che ha accorciato le distanze. Con questo risultato il Brescia si porta al terzo posto solitario della classifica.

LA GARA – Mister Simone Bragantini schiera il Brescia con il 3-4-3: in porta confermata Gilardi; difesa con Parsani, Verzeletti e Galbiati; centrocampo con Previtali, Magri e Barcella con Cristina Merli vertice alto a supporto del trio d’attacco formato da Assoni, Luana Merli e Farina. Arbitra il signor Mirri della sezione di Savona.
Dopo il minuto di raccoglimento per onorare la memoria del grande Paolo Rossi, il Brescia parte subito a spron battuto: al 4’ Magri va al tiro dalla distanza, parata in due tempi di Viterbo. Al 7’ ci prova Barcella dal limite, pallone largo. Al 14’ si fa vedere il Pontedera con Maffei in contropiede: la sua conclusione è alta. Col passare dei minuti le padrone di casa guidate da Renzo Ulivieri prendono campo: al 17’ Pantani calcia di prima intenzione dal limite, pallone a lato di poco. Al 19’ Farina va al tiro dal limite, Viterbo respinge col ginocchio; sulla prosecuzione cross per Luana Merli che va in tuffo di testa ma non trova il pallone. Al 24’ il vantaggio delle padrone di casa con Iannella che infila l’angolino lontano sull’assist di Carrozzo. Le granata trovano fiducia: al 32’ Del Prete colpisce di testa, pallone alto. Al 35’ occasione Brescia con Farina che calcia da posizione defilata, Viterbo si salva in corner. Al 45’ incredibile chance per il Brescia in mischia su corner, ma nessuna Leonessa riesce ad insaccare da pochi passi.

La ripresa si apre con un triplo cambio da parte di mister Bragantini: entrano Brayda, Ghisi e Viscardi per Magri, Barcella e Assoni e si passa alla difesa a quattro. Al 7’ Pontedera pericoloso con Carrozzo che scatta sul filo del fuorigioco, salta Gilardi in uscita e mette palla in mezzo ma senza trovare compagne pronte a raccogliere il suo assist. Al 10’ il pareggio del Brescia: fantastica conclusione di Ghisi sugli sviluppi di un corner che si infila sotto l’incrocio dei pali. Il gol galvanizza le Leonesse e al 14’ il Brescia ribalta il risultato: Luana Merli insacca al volo sul lancio in profondità di Brayda. Al 16’ è la stessa Brayda che va al tiro dalla distanza, centrale. Al 17’ il Brescia continua a spingere: discesa di Cristina Merli sulla sinistra, il suo cross è respinto e sul rimbalzo arriva in corsa Farina che calcia di prima, pallone alto. Al 21’ fa il suo esordio in maglia biancoblu Valentina Colombo, che sostituisce Farina. Al 24’ il Brescia segna il terzo gol: ancora con Luana Merli che risolve dopo un rimpallo in area. L’attaccante raggiunge così le cinque marcature in campionato. Ma il doppio vantaggio dura solo tre minuti, perché al 27’ Tramonti di testa trova l’angolino lontano. Al 31’ ci prova Colombo dalla distanza: Viterbo si distende e mette in corner. Al 40’ Ghisi va vicina alla doppietta personale: Viterbo si salva in calcio d’angolo.
Finisce così: 3-2 per le Leonesse che centrano la quarta vittoria stagionale e si issano al terzo posto in classifica. Domenica prossima a Ospitaletto sfida di altissima classifica contro il Pomigliano seconda forza del campionato.

LE INTERVISTE – Mister Simone Bragantini analizza con la consueta lucidità la partita: «Se nei primi dieci minuti si calcia in porta quattro volte senza riuscire a concretizzare forse è lì che dobbiamo essere più brave. Credo che nelle prime battute abbiamo giocato costantemente nella metà campo del Pontedera, quindi l’inizio è stato buono ma non perfetto. Poi c’è sempre una questione di coraggio, ho visto poca cattiveria nei contrasti e nella lettura delle situazioni. Il Pontedera è una squadra messa bene in campo e ne ha approfittato chiudendo in vantaggio il primo tempo». Nel secondo tempo, anche con qualche accorgimento tattico, si è vista un’altra partita: «Più che cambio tattico, cambio di tre giocatrici. Non perché quelle che ho tolto avevano demeritato particolarmente. Se avessi potuto le avrei cambiate tutte e undici. Perché è una questione di atteggiamento, e alle ragazze l’ho detto. Il cambio tattico lascia il tempo che trova». Alla fine però, tre punti fondamentali messi in cascina: «Assolutamente. Ora ci mancano 14 punti al nostro obiettivo, che a questo punto della stagione, per una squadra come noi che deve salvarsi, è sicuramente positivo».
Laura Ghisi con il suo gol ha dato il via alla rimonta delle Leonesse: «Sono felicissima di aver segnato, non sono una che fa tanti gol e lo cercavo da un po’. La scorsa settimana ci sono andata vicino, e ho anche “rischiato” di fare doppietta». L’ingresso di Ghisi in mezzo al campo è servito per dare la scossa grazie al suo spirito battagliero: «Sì, eravamo anche partite bene. Poi subìto il gol siamo calate mentalmente, e questa è una nostra pecca sulla quale dovremo lavorare». Nella ripresa si è visto un altro Brescia: «Sì, sapevamo che incontravamo una squadra difficile e quindi sono tre punti importanti e meritati. È stata una sfida che siamo riuscite a portare a casa a livello mentale, siamo state capaci di alzare il livello della concentrazione quando serviva».
Per Luana Merli un’altra doppietta in trasferta dopo quella contro la Lazio: «Oggi era una partita che dovevamo assolutamente portare a casa e siamo riuscite a coronare il buon lavoro settimanale che abbiamo svolto». Cosa è successo nello spogliatoio all’intervallo? «Io ero molto tesa e nervosa per lo svantaggio. Il mister mi ha tranquillizzato e ci ha spiegato cosa non andava e come avremmo dovuto affrontare la ripresa, e con le compagne ci siamo date la carica per rientrare in campo nel migliore dei modi. Però, se devo essere sincera, anche nel primo tempo abbiamo avuto le opportunità per segnare, ma la palla non ne voleva sapere di entrare». Nella ripresa, a livello di aggressività e intensità, si è visto un Brescia diverso: «Era fondamentale per noi vincere questa partita, quindi ce l’abbiamo messa tutta e anche dopo il gol del 2-3 non abbiamo mollato fino all’ultimo secondo e ci siamo prese tre punti meritati». E il bottino di gol comincia a diventare cospicuo: «Speriamo di continuare così. Ovviamente segnare è sempre bello, comunque c’è dietro tutto il lavoro della squadra».
Un’emozionatissima Valentina Colombo per la sua prima intervista come nuova giocatrice del Brescia: «Sicuramente è stato molto emozionante per me esordire in Serie B con questa maglia e farlo con una vittoria è una gioia ancora più grande. Sono contenta di aver dato il mio contributo per aiutare la squadra a vincere al termine di una partita molto dura. Ringrazio le mie compagne perché mi hanno aiutata molto ad inserirmi in questo gruppo, e oggi abbiamo lottato fino all’ultimo secondo per prenderci tre punti molto importanti». Ufficio stampa BCF

Pontedera-Brescia Femminile 2-3

Pontedera Viterbo, Rizzato, Sidoni, Tramonti, Carrozzo, Iannella, Gavagni, Maffei (42′ st Dehima), Pantani, Del Prete, Sacchi (41′ st Dantoni). (Bulleri, Ciuffo, Aug, Mazzella, Consoloni, Iannetti, D’Alessandro). Allenatore Ulivieri

Brescia Gilardi, Parsani, Verzeletti, Galbiati, Assoni (1′ st Viscardi), Barcella (1′ st Ghisi), Magri (1′ st Brayda), Previtali, Farina (21′ st Colombo), Cristina Merli, Luana Merli. (Cogoli, Meleddu, Massussi, Lazzari, Pasquali). Allenatore Bragantini

Arbitro Mirri di Savona

Reti pt 24′ Iannella; st 10′ Ghisi, 14′ Luana Merli, 24′ Luana Merli, 27′ Tramonti

Note Ammonite Sidoni, Brayda

BRESCIA FEMMINILE RIMONTATA 1-2 COL COMO

.

.