PINK BARI-BRESCIA 2-2

PINK BARI-BRESCIA 2-2
PINK BARI-BRESCIA 2-2

Le Leonesse non muoiono mai: con una prestazione fatta di orgoglio, spirito di sacrificio, volontà e grande carattere il Brescia rimonta due gol alla Pink Bari nella 9a giornata della Serie B femminile e conquista un punto che le porta momentaneamente in testa alla classifica, in coabitazione proprio con le pugliesi e con il Como fermo questa domenica.

Al termine di 90′ nei quali la sfortuna sembrava essersi accanita con le ragazze di Garavaglia, complici gli infortuni di Cristina Merli e Gaia Bianchi, è 2-2 con la doppietta nel finale di Luana Merli a pareggiare le marcature di Di Bari nel primo tempo e di Gelmetti in avvio di ripresa.

LA GARA – Mister Elio Garavaglia schiera il Brescia con il 4-3-3: in porta c’è Lonni; difesa con Asta, Perin, Barcella e Galbiati; centrocampo con Ghisi, Magri e Bianchi; attacco con Hjohlman, Cristina Merli e Luana Merli. Arbitra Robilotta di Sala Consilina.
Pronti via e il Brescia si fa vedere subito in area avversaria: dopo venti secondi Bianchi trova un bel corridoio in profondità per Hjohlman che cerca il tiro incrociato ma non trova un buon impatto col pallone. La prima tegola per il Brescia arriva al 16′: Cristina Merli dopo uno scatto si accascia a terra, dolorante al polpaccio sinistro. Per lei è necessario il cambio, e al suo posto entra Viscardi. Il Bari si fa vedere al 18′ con un tiro di Fedotova dall’interno dell’area dopo una mischia: la conclusione è sporcata da un difensore e preda facile per Lonni. Col passare dei minuti l’azione delle padrone di casa si fa più insistente: al 25′ occasione per la Pink sugli sviluppi di un calcio di punizione: calcia dal limite Fedotova, Lonni si allunga e mette in corner. E’ il preludio al vantaggio delle baresi: Di Bari trova un sinistro preciso all’angolino dall’interno dell’area approfittando di un velo di Gelmetti su un calcio di punizione laterale. La reazione del Brescia è in un tiro dalla distanza di Hjohlman al 42′, largo.
La ripresa si apre con una doppia doccia fredda: dagli spogliatoi non rientra in campo Gaia Bianchi per una distorsione al ginocchio, al suo posto Brayda. E dopo neanche due minuti dalla ripartenza, arriva il raddoppio della Pink: cross basso di Fedotova sulla destra e sul primo si avventa sul pallone Gelmetti che insacca. Potrebbe essere la mazzata definitiva al match, ma il Brescia non molla e continua a giocare mentre progressivamente il Bari si abbassa e pensa a contenere. Al 5′ Garavaglia esaurisce gli slot inserendo Maroni e Pellegrinelli al posto di Barcella e Magri. Ma i minuti passano, e non si registrano azioni pericolose: tanta lotta in mezzo al campo e altrettanti errori di misura nel fraseggio. Al 33′ si riaccende improvvisamente il match: da circa trenta metri Luana Merli lascia partire un siluro che trova Shore fuori dai pali e così il match è riaperto. Al 42′ Di Criscio prova a sorprendere Lonni con una conclusione potente da posizione defilata direttamente da calcio piazzato: pallone fuori non di molto. Un minuto dopo però arriva il pareggio: Hjohlman sulla sinistra in area prova la conclusione che viene ribattuta: sul rimbalzo la più veloce è Luana Merli che rovescia di sinistro direttamente sotto la traversa faccendo impazzire panchina e i tifosi biancoblu che hanno seguito la squadra fino in Puglia.
Finisce così, con un pari che ha il sapore della vittoria per un Brescia che ha dimostrato ancora una volta di essere un gruppo con una forza d’animo incredibile: tra sette giorni sfida in casa contro la Roma CF.

LE INTERVISTE – E’ naturalmente soddisfatto mister Elio Garavaglia al termine del match di Bari: «Le ragazze sono state un’altra volta bravissime, perché vedevo che stavano bene però eravamo arrivati quasi nei minuti final. Però ci hanno creduto, e non era assolutamente facile rimontare due gol su questo campo. Sono davvero eccezionali, in partita e in allenamento danno sempre il massimo e io sono davvero orgoglioso di allenarle». C’è preoccupazione per le condizioni di Cristina Merli e Gaia Bianchi: «Speriamo non sia nulla di grave. Ora torniamo a casa, poi faranno gli accertamenti. Speriamo non siano problemi seri perché oltre ad essere delle ottime giocatrici sono ragazze importanti per il gruppo». Una rimonta arrivata con una ripresa di ottimo livello: «Sì, poi faccio anche i complimenti alle ragazze perché sono state molto ordinate anche quando ho chiesto loro di sistemarci con il 4-4-1-1, un modulo che non avevamo mai provato ma che è stato interpretato benissimo. E poi Luana ha fatto due gol capolavoro, ma sono state tutte bravissime».
Doppietta e sette gol in Serie B per Luana Merli: «I due gol non se li aspettava nessuno, però nel calcio bisogna lottare fino alla fine e non arrendersi mai dando sempre il massimo. Sensazioni dopo il secondo gol: stupende, un’emozione incredibile. Sicuramente oggi va rimarcato lo spirito di questa squadra che ci ha creduto sempre anche sotto di due gol. Forse nel primo tempo avremmo potuto gestire la partita diversamente, ci lavoreremo». Due gol da dedicare a Cristina Merli e Gaia Bianchi, uscite malconce dalla partita: «Assolutamente. In particolare a Cristina che è sempre stata la mia spalla destra, però li dedico a tutta la squadra e allo staff perché venire a giocare qui è sempre difficile e tutti insieme abbiamo fatto del nostro meglio e torniamo a casa con un punto meritato».
«Abbiamo subito gol su due episodi, su due errori nostri – l’analisi di Laura Perin – sui quali dobbiamo lavorare. Poi la differenza l’ha fatta il gruppo, la nostra voglia di non perdere, perché non avremmo meritato di perdere questa partita. C’è stata una grande reazione nella ripresa e anche le ragazze che sono subentrate hanno dato un grande contributo». Un punto che vale come una vittoria: «Questo è un campo difficile, il Bari è una squadra ostica e siamo molto contente di averla rimontata». Un campionato sempre più equilibrato: «Sappiamo che non ci sono partite scontate, ogni partita va giocata come una finale, come se fosse l’ultima».

Pink Bari – Brescia 2-2
Pink Bari Shore, Di Bari, Laface (25′ st Fiore), Di Criscio, Fedotova (41′ st Larenza), Sudyk, Strisciuglio, Gelmetti, Bonacini, Riboldi, Maffei. (Siejka, Sule, Romeo, Franchetto, Nefrou). Allenatore Mitola
Brescia Lonni, Galbiati, Barcella (5′ st Maroni), Perin, Asta, Ghisi, Magri (5′ st Pellegrinelli), Bianchi (1′ st Brayda), Hjohlman, Merli Cristina (16′ pt Viscardi), Merli Luana. (Ballabio, Pasquali). Allenatore Garavaglia
Arbitro Robilotta di Sala Consilina
Reti pt 27′ Di Bari; st 2′ Gelmetti, 33′ Merli Luana, 43′ Merli Luana
Ammonite Bonacini, Bianchi, Ballabio (dalla panchina)
Note Stadio Antonio Antonucci di Bitetto (BA). Calci d’angolo 4-4. Recupero pt 2′, st 4′.

.

.