Ancora un pareggio Brescia Venezia 2-2

BRESCIA- VENEZIA 2-2 fotolive
BRESCIA- VENEZIA 2-2 fotolive

Al Rigamonti torna il campionato di serie B, con la sfida al Venezia per la formazione di Lopez che propone il collaudato 4-3-1-2: Joronen tra i pali, con i giovani Mangraviti e Papetti difensori centrali, ai lati Sabelli e Mateju, Labojko (unico nuovo acquisto in campo rispetto alla serie A) davanti alla difesa, alla Tonali, Bisoli e Dessena a centrocampo, Spalek dietro le punte Ayè e Donnarumma.

Soliti pregi e difetti del Brescia nel primo tempo. Al 13' gran gol di Bisoli che la volo di destro incrocia sul secondo palo. Buona tenuta della difesa e del centrocampo, fino al solito gol subito dalle rondinelle da calcio d' angolo dove Forte approfitta del tenero Sabelli ed infila di testa nell' angolo opposto. Criticabile la scelta di Lopez di non marcare a uomo la punta avversaria sulle palle ferme.
Grandi difficoltà sia in impostazione che in interdizione per il sempre inetto Spalek che stavolta si supera non rientrando dal fuorigioco e facendo perciò annullare il raddoppio di Dessena al 20' propiziato dall' unico guizzo di Donnarumma del primo parziale.
Con Aye impalpabile, spesso anticipato, impreciso e pizzicato troppo spesso in fuorigioco, il Brescia si affida ai centrocampisti con Labojko ordinato, Dessena dinamico e Bisoli pericoloso, per procurare grattacapi alla difesa ospite, ma senza incidere più di tanto. Nessuna occasione da gol fino al 43', quando su cross di Spalek, Bisoli stavolta si vede respingere dal portiere un altro tiro al volo, stavolta in mezza rovesciata, ma senza grande angolo.
Buono il primo tempo della difesa, sorpresa nell' occasione del pareggio, ottimo il centrocampo, mentre il tridente Spalek- Donnarumma-Ayè fa letteramente disperare i tifosi bresciani.
Nella ripresa, peggiora la situazione, con il tridente d'attacco bresciano, Spalek-Ayè-Donnarumma a regalare palle su palle agli avversari. Incredibile errore del Brescia, invece di rimettere in gioco velocemente il fallo laterale, cincischia perdendo tempo e consentendo al Venezia di andare a pressare la difesa bresciana, Sabelli cerca il solito Ayè che manca il colpo di testa, riparte il Venezia che trova il raddoppio ancora con Forte, sciagurato inizio di secondo tempo per Lopez.
Finalmente a vacche scappate, entrano Torregrossa e Jagiello per le due amebe Ayè e Spalek, Lopez cerca di rimediare alle sue gravi colpe iniziali.
Venezia chiuso a riccio dopo il vantaggio, con alcune ripartenze che vengono neutralizzate da un ottimo Joronen.
Donnarumma spara a colpo sicuro, ma trova un clamoroso salvataggio di testa sulla linea di porta di Modolo.
Van de Loy e Bjarnason sono gli ultimi disperati cambi di Lopez, ma non costruiscono palle-gol anche per i tanti errori di Sabelli che spreca una quantità industriale di palloni che spesso sono trasformati in contropiedi dai veneti.
All' 89' assist di Torregrossa per Donnarumma che conclude debolmente dal limite, facile la presa del portiere ospite.
Al 92' Sabelli sparacchia in curva da fuori area.
Al 95' punizione dal limite procurata da Sabelli, finalmente incisivo, Jagiello la mette in mezzo all' area dove arriva pure Joronen, nella mischia arriva la girata al volo di Torregrossa parata sulla traversa da Lazzarini,sulla respinta si avventa di testa Papetti e pareggia 2 a 2 la partita sull' ultimo pallone giocato, salvando Lopez da una sconfitta, rimediata solo coi cambi della ripresa che hanno corretto i gravi errori di formazione iniziali. L.M.

BRESCIA- VENEZIA 2-2

BRESCIA (4-3-1-2): Joronen; Sabelli, Papetti, Mangraviti, Mateju; Bisoli (26′ st Bjarnason), Labojko (25′ st Van de Looi), Dessena; Spalek (11′ st Jagiello); Ayè (19′ st Torregrossa), Donnarumma. A disposizione: Kotnik, Chancellor, Verzeni, Ghezzi, Zmrhal, Ragusa. Allenatore Lopez

VENEZIA (4-2-3-1): Lezzerini; Mazzocchi, Modolo, Ceccaroni, Felicioli; Vacca (39′ st Taugourdeau), Fiordilino; Aramu (20′ st Maleh), Capello, Johnsen (32′ st Karlsson); Forte. A disposizione: Pomini, Ferrarini, Molinaro, Cremonesi, Serena, Marino, Di Mariano, Bocalon, Svoboda. Allenatore: Zanetti

Arbitro: Illuzzi di Molfetta
Reti: 13′ pt Bisoli, 33′ pt Forte, 10′ st Forte, 50′ st Papetti
Ammoniti: Aramu, Donnarumma, Capello, Fiordilino

Il Brescia vince a Cosenza 1-2

.

.