Non entra la quinta Salernitana Brescia 1-0

Salernitana Brescia 1-0 fotolive
Salernitana Brescia 1-0 fotolive

Il Brescia di Cellino, si gioca sul campo degli amici salernitani una buona fetta di speranze per andare ai play-off, distanti solo cinque punti, la Salernitana si gioca il secondo posto distante solo quattro punti.

Pep Clotet conferma ancora la formazione vincente delle ultime settimane con Joronen tra i pali, Chancellor e Cistana centrali, Karacic a destra, Martella a sinistra, Van de Looi davanti alla difesa con ai lati Bisoli e Bjarnason, in avanti Ayè con Ragusa e Jagiello a supporto.

L'arbitro indirizza la partita a Salerno regalando il calcio d' angolo del gol campano, completamente inesistente, con l' ennesima decisione contro le rondinelle in questo campionato. Il Brescia dopo un buon inizio, resta sconcertato, mentre i locali acquistano fiducia dal gol regalato. Nella ripresa i cambi di Clotet cercano di sistemare le cose, ma la forte difesa granata, favorita dal vantaggio, controlla facilmente un impalpabile Ayè, completamente avulso dal gioco d' attacco.

Neppure Donnarumma riesce ad essere pericoloso, mentre i centrocampisti non si inseriscono mai in area, nè creano gioco nell' area avversaria. Peccato perché la partita era aperta fino al gol subito. La Salernitana ringrazia e trova il terzo posto in classifica, mentre i biancoblu restano a quattro punti dalla zona play-off. L.M.

Salernitana Brescia 1-0 Tabellino

SALERNITANA (3-5-2): Belec; Bogdan, Gyombér, Veseli; Casasola, Coulibaly (90′ Schiavone), Di Tacchio, Anderson (66′ Capezzi), Jaroszynski (85′ Kupisz); Tutino (85′ Cicerelli), Gondo (65′ Djuric). A disp: Adamonis, Durmisi, Mantovani, Sy, Boultam, Kiyine, Kristoffersen. All: Castori.

BRESCIA (4-3-1-2): Joronen; Karacic, Cistana, Chancellor, Martella (81′ Ghezzi); Bisoli (55′ Ndoj), Van de Looi (55′ Donnarumma), Bjarnason; Jagiello (55′ Labojko); Ayé, Ragusa (69′ Pajac). A disp: Kotnik, Mateju, Mangraviti, Papetti, Fridjonsson. All: Clotet.

Arbitro: Santoro di Messina (Bresmes/Margani). IV uomo: Camplone di Pescara

Note: Marcatore: 25′ Bogdan; Angoli: 7-3; Ammoniti: Gondo (S), Ayé, Ndoj, Chancellor (B); Recupero 4′ st

.

.