Il Brescia ritorna a vincere 4-1 con il Pordenone

Brescia 4 Pordenone 1 fotolive
Brescia 4 Pordenone 1 fotolive

Dopo la pausa e la sconfitta di Salerno frutto di un grave errore arbitrale, il Brescia di Clotet si ripresenta al Rigamonti contro il Pordenone con Mangraviti al posto dello squalificato Chancellor e con il rientro di Ndoj a centrocampo a sostituire uno stanco Bjarnason reduce da tre partite con al sua Nazionale:

Joronen tra i pali, con Cistana e Mangraviti centrali, ai lati Karacic e Martella, in mezzo Bisoli, Van de Looi e Ndoj, in avanti Pajac e Jagiello dietro ad Ayè.
Le rondinelle prendono subito possesso della metà campo avversaria con grinta e voglia di vincere.
Il vantaggio arriva perciò quasi automaticamente con un gran destro a giro sul secondo palo di Ndoj già prima del 10', passano pochi minuti e Cistana si fa il regalo dei 24 anni con un gran destro da splendido calcio d' angolo calciato da Pajac al 15'.

Al 20' l' unico guizzo del Pordenone porta al 2 a 1 di Musiolik.
Pep Clotet e Gastaldello non si perdono d' animo e spronano la squadra a tornare all' attacco.
Al 39' Ndoj si ripete, con un altro destro a giro mette la palla contro il palo prima che si infili imparabilmente in rete per il meritato 3 a 1.

Nella ripresa entrano Spalek, Labojko, Mateju e Bjarnason per Pajac, Ndoj, Karacic e Bisoli, ma la musica non cambia, le rondinelle comandano il gioco e spingono alla ricerca del quarto gol che arriva all' 88' con un diagonale di destro di Labojko da dentro l' area su assist di Mateju.
I tre punti avvicinano così la squadra ai playoff, dove la Spal è sesta a quattro punti, il Cittadella ed il Chievo sono al settimo ed ottavo posto ( ultimo valido per i playoff promozione) a soli tre punti, mentre mancano sette partite alla fine del campionato. L.M.

Brescia 4 Pordenone 1

Brescia (4-3-1-2): Joronen; Karacic (Mateju, 80′), Cistana, Mangraviti, Martella; Bisoli (Bjarnason, 80′), Van de Looi, Ndoj (Łabojko, 66′); Jagiello; Pajac (Spalek, 57′), Ayé. Allenatore: Clotet.

Pordenone (4-3-1-2): Bindi; Berra, Barison, Stefani, Chrzanowski (Bassoli, 26′); Magnino, Zammarini (Calò, 76′), Misuraca (Pasa, 67′); Biondi (Scavone, 67′); Ciurria (Butic, 76′), Musiolik. Allenatore: Tesser.

Reti: Ndoj (9′, 39′), Cistana (15′), Musiolik (20′), Labojko (88′)
Ammoniti: Jagiello, Bisoli, Karacic
Arbitro: Marco Serra

.

.