CITTADELLA BRESCIA 1-0 GAME OVER

CITTADELLA BRESCIA 1-0 FOTOLIVE
CITTADELLA BRESCIA 1-0 FOTOLIVE

Al Tombolato il Brescia cerca la semifinale col Monza, partita secca dove chi è in vantaggio al 90' passa, in caso di pareggio si va ai supplementari ed in caso di parità passa la squadra di casa.

La settima in classifica negli ultimi sette anni è andata tre volte alla finale dei play-off, il Verona ha vinto anche la finale e da allora è in serie A.
Buona la tradizione a Cittadella dove il Brescia perse solo la prima partita e l' ultima.
Mi ricordo la prima sconfitta, perché ero negli spogliatoi quando Sonetti preparò la squadra con un discorso: " Noi siamo il Brescia terzo in classifica, loro sono una neopromossa in fondo alla classifica! Ecco perchè vinceremo!", finì 2 a 0 per i veneti... Poi il Brescia non ha più perso fino allo sciagurato inizio di questo campionato con un 3 a 0 per i locali alla seconda giornata con Del Neri in panchina.
Pep Clotet deve rinunciare a Ndoj per squalifica ed a Bisoli che si infortuna nel riscaldamento.
Tra i pali Joronen, Karacic a destra e Martella a sinistra, Cistana e Mangraviti centrali, a centrocampo Van de Looi davanti alla difesa, ai lati Labojko e Jagiello, Bjarnason dietro le punte Ayè e Donnarumma.

Il primo tiro in porta è di Ayè al 38' ma è centrale, sul ribaltamento di fronte Troia anticipa di testa Mangraviti e porta in vantaggio il Cittadella.
Al 48' occasione per Karacic che in diagonale spara su Kastrati che si salva in angolo.
Cambi per Clotet, con Ragusa e Pajac per cercare di ribaltare una partita fin qua anonima di tutte le rondinelle.
Joronen para su una conclusione da fuori di Donnarumma.
20' alla fine ed il Brescia sembra non poter far male ai veneti.
Guizzo di Martella al 73' per Ayè che spara alto da buona posizione.
Al 91' Bjarnason sfiora il palo, in una delle partite più brutte dell'anno, le rondinelle falliscono la sfida più importante. Ora serve rifondare la squadra partendo da Cistana e pochi altri.

CITTADELLA (4-3-1-2) Kastrati; Ghiringhelli, Frare, Adorni, Donnarumma; Vita (70′ Pavan), Iori, Branca (70′ Gargiulo); Proia; Tsadjout (82′ Baldini), Beretta (19′ Rosafio; 82′ Ogunseye). All. Venturato (A disp. Maniero, Camigliano, Perticone, Smajlaj, Cassandro, D’urso, Mastrantonio)

BRESCIA (4-3-1-2) Joronen; Karacic, Cistana, Mangraviti, Martella; Labojko (89′ Spalek), Van de Looi (64′ Pajac), Jagiello (64′ Ragusa); Bjarnason; Donnarumma, Ayè. All. Clotet (A disp. Andrenacci, Semprini, Papetti, Mateju, Bisoli)

Arbitro: Pezzuto di Lecce.

RETI: 40′ Proia.

Note: Match a porte chiuse. Cielo plumbeo al Tombolato dove ha piovuto un’ora e mezza prima del match e ha ricominciato a 10′ dal fischio d’inizio con un vento trasversale freddo, 13°. Angoli 6-6. Ammoniti: Adorni, Branca , Donnarumma (C). Recupero 1′ e 4′.

.

.