.

IL BRESCIA ESPUGNA ASCOLI 3 A 2, GRANDE RIMONTA

ASCOLI 2 BRESCIA 3 fotolive
ASCOLI 2 BRESCIA 3 fotolive

Ad Ascoli sfida al vertice tra la seconda e la terza in classifica. Inzaghi si affida al nazionale venezuelano che ha segnato con la sua nazionale nelle recenti qualificazioni ai mondiali,

ma era stranamente chiuso da Mangraviti nella serie B italiana.

Tornano Tramoni al posto di Palacio, Jagiello al posto di Bisoli e Bajic per Moreo. Parte subito forte la squadra di SuperPippo Inzaghi, l'Ascoli si salva due volte in corner. Risponde Dionisi con un diagonale sul quale arriva la deviazione di Joronen, sull'azione seguente ancora l'estremo difensore fa buona guardia sul primo palo deviando in corner.

Azione di Jagiello, testa di Bajic, Baschirotto devia in corner. Bajic ancora pericoloso, Leali para sul suo palo, poi un tiro da fuori di Pajac sorvola la traversa. Clamoroso svarione di Cistana al 18', Dionisi si invola verso l'area ed infila a giro sul secondo palo l'incolpevole Joronen. Immeritatamente in svantaggio le rondinelle ricomiciano a macinare gioco, ma subiscono addirittura il raddoppio al 23' con Bidaoui e Felicioli che beffano Mateju e Cistana come se fossero birilli: Felicioli insacca sotto la traversa il due a zero.

Ripartono a spron battuto le rondinelle che sono sotto, ma danno l'impressione di essere superiori a questo Ascoli. Chancellor suona la carica di testa due volte, ma non trova la rete per pochissimo.
Il Brescia rientra giustamente in partita al 44' con un monumentale Chancellor a servire Cistana che dal limite infila Leali. Tramoni sfiora il pareggio al 45' con la palla che esce di pochissimo sul palo più lontano. Entra Palacio, esce Mateju, unico ammonito nel primo tempo, autore di una buona prova nonostante l'errore sul raddoppio dei locali.

 

Il Brescia entra arrembante e crea pericoli in continuazione con Palacio, Leris fermato da Leali e Jagiello, fino al gol del meritato pareggio al 61' con Chancellor a ribadire in rete di testa la respinta della traversa sull'incornata di Van de Looi deviata sulla stessa alla disperata sulla linea da Quaranta.
SuperPippo e tutta la squadra vogliono completare la rimonta: Moreo subentrato al 58' a Bajic, (insieme a Bisoli per Jagiello), lotta in area, viene colpito da Buchel, come fu colpito a Frosinone, ma stavolta arriva il sacrosanto rigore: Pajac scaraventa la sfera in rete piegando la mano a Leali, tre a due per i nostri al 73'! Esulta anche l'ex Cavion appena entrato al posto di uno zoppicante Leris. Chancellor perde palla inopinatamente al 77', rimedia Cistana in corner.

L'entrata di Mangraviti per Tremoni, rinforza la difesa che non subisce più nessun gol ed i biancoblu espugnano Ascoli.
Il Brescia aveva vinto solo una volta al Del Duca tredici anni orsono, con gol di Caracciolo e rissa tra noi pochi bresciani in tribuna e gli incivili tifosi locali che mal digerirono la sconfitta. Con questa vittoria, scavalchiamo al secondo posto l'Ascoli e ci piazzamo ad un solo punto dalla capolista Pisa che domani chiude la giornata a Parma. L.M.

;

Il tabellino ASCOLI 2 BRESCIA 3

ASCOLI (4-3-1-2) Leali, Baschirotto, Botteghin, Quaranta, Felicioli (20’ ST d’Orazio), Collocolo (20’ st Maistro), Buchel (38’ st De Paoli), Caligara (30’ st Iliev), Fabbrini (20’ st Eramo), Dionisi, Bidaoui. (Guarna, Salvi, Tavcar, Petrelli, Castorani, Donis, Spendholfer). All Sottil

BRESCIA (4-3-2-1) Joronen, Mateju (1’ st Palacio), Cistana, Chancellor, Pajac, Jagiello (13’ st Bisoli), Van de Looi, Bertagnoli, Leris (23’ st Cavion), Tramoni (35’ st Mangraviti) Bajic (13’ st Moreo). (Perilli, Linner, Karacic, Huard, Ayé, Papetti). All. Inzaghi

ARBITRO Massimi di Termoli

RETI pt 18’ Dionisi, 23’ Felicioli, 44’ Cistana; st 15’ Chancellor, 28’ Pajac (rig).

NOTE. Pomeriggio caldo, terreno in buone condizioni. Spettatori 3.901, incasso 49.484 euro. Espulso al 96’ Buchel. Ammoniti Mateju, Botteghin, De Paoli. Calci d'angolo 10-5 per il Brescia. Recupero 2’ e 6’.

.

.