.

DISASTRO AL RIGAMONTI! BRESCIA COMO 2-4

BRESCIA COMO 2-4 fotolive
BRESCIA COMO 2-4 fotolive

Prima sconfitta stagionale per il Brescia che perde contro una delle squadre più mediocri della cadetteria subendo quattro gol in casa. Fin dalle battute iniziali la squadra appare stanca, sfilacciata, poco concentrata: Cerri prende subito la traversa di testa.

Gli errori dei singoli sono esaltati da un'atteggiamento arrendevole, con il Como che arriva sempre primo sulle palle. Arriva quasi automatico lo svantaggio, con Cerri che svetta sulla difesa distratta e porta in vantaggio gli ospiti al 14'

La reazione non è veemente come ci si aspetta, ma proprio allo scadere della prima frazione arriva l' incornata di Palacio che pareggia l' incontro. Pare il preludio all' ennesima rimonta vincente, invece all' inizio della ripresa, la difesa si fa infilare nuovamente per il 2 a 1 lariano: La Gumina infila la sfera di testa al 47', con Joronen complice.

;

Inzaghi cerca di rimediare alla giornata storta di molti giocatori, nel finale dalla panchina entra all' 83' Bajic che all' 84' non sbaglia di testa pareggiando la partita su perfetto assist di Palacio.
Purtroppo dalla panchina entra anche Olzer che dopo aver sbagliato diversi palloni, sbaglia anche quello decisivo, Chancellor non rimedia all' errore del compagno, Joronen stavolta para, ma ancora una volta arriva prima un comasco sulla ribattuta: all'89' Bellemo in tuffo di testa anticipa Olzer e riporta in vantaggio il Como.

Purtroppo dalla panchina entra anche Karacic che in pochi minuti si becca due gialli.
La giornata storta è sancita in pieno recupero dall' arbitro Miele, autore di diversi fischi dubbi, tutti contro il Brescia, che fischia un rigore, trasformato da Gilozzi al 94'. Le assenze di Leris e Bisoli hanno pesato parecchio, soprattutto perché con loro disponibili Olzer e Karacic difficilmente sarebbero entrati nel rettangolo di gioco.

Pesa anche giocare senza tifo organizzato: bastano poche decine di tifosi ospiti, con cori tra l' altro fermi agli anni settanta-ottanta, per far giocare la leonessa come se fosse in trasferta.
La classifica resta comunque molto buona, e si può restare ottimisti, a patto di trovare il bandolo della matassa in difesa, dove Chancellor è stato il peggiore di giornata, ma anche tutto il reparto non è da categoria.

Nulla si può dire all' attacco che è il più prolifico della serie B, con Ayè entrato in fascia, fuori ruolo, per mancanza di spazio nella sua posizione naturale, vista la concorrenza agguerrita.
Il centrocampo è un'altra nota dolente della giornata, soprattutto sulle seconde palle, sempre conquistate dagli avversari.
Dopo la pausa si va a Perugia per cercare il riscatto immediato. L.M.

TABELLINO: BRESCIA-COMO 2-4

BRESCIA (4-3-2-1): Joronen; Mateju (dal 36’ st Karacic), Cistana, Chancellor, Pajac; Jagiello (dal 15’ st Olzer), Van de Looi, Bertagnoli (dal 25’ st Aye); Tramoni (dal 25’ st Ndoj), Palacio; Moreo (dal 36’ st Bajic). A disposizione: Papetti, Huard, Labojko, Cavion, Mangraviti, Linnér, Perilli. All. Inzaghi.

COMO (4-4-2): Gori; Vignali, Scaglia, Varnier (dal 40’ st Solini), Cagnano; Iovine, Bellemo, Arrigoni, Parigini (dal 14’ st Ioannou); Cerri (dal 30’ st Gliozzi), La Gumina (dal 30’ st Chajia). A disposizione: Facchin; Bertoncini, Bovolon, H’Maidat, Kabashi, Luvumbo, Gabrielloni, Peli. All. Gattuso.

Arbitro: Miele di Nola.

Marcatori: Cerri al 14’, Palacio al 45’ pt; La Gumina al 2’, Bajic al 39’, Bellemo al 43’, Gliozzi su rig al 49’ st.

NOTE – Espulsi: Karacic al 46’ st. Ammoniti: Varnier, Palacio, La Gumina. Angoli: 11-6.

.

.