.

VICENZA-BRESCIA 2-3 le pagelle

VICENZA-BRESCIA 2-3 fotolive
VICENZA-BRESCIA 2-3 fotolive

Joronen 7,5 le para tutte, sventa un rigore con una prodezza, tradito nel finale da una barriera errata, dove Spalek da una parte e Bisoli dall' altra erano facilmente scavalcabili dalla traiettoria, il suo grave errore è la conseguenza di una barriera troppo bassa e di un rimbalzo malevolo.

Mateju 6 sul primo gol sbaglia il movimento, gioca con grinta e corsa, ma non dà alcun apporto alla manovra, nella ripresa è in evidente difficoltà, ma deve restare in campo tutta la partita

Cistana 5 gioca acciaccato, con problemi di salute e fisici, commette perciò errori gravi, sui quali Joronen fa miracoli, oppure è graziato dai pali

Chancellor 5 anche lui gioca in precarie condizioni di salute, ed anche lui è sempre in grave difficoltà

Pajac 5,5 quando puntato non oppone grande resistenza, cala molto alla distanza, Inzaghi lo cambia troppo tardi

Bertagnoli, 8 una partita straordinaria, una doppietta che fa sognare la tifoseria bresciana, ma anche tanta corsa, tanto acume tattico e classe, un vero incursore di centrocampo con tanto di gol d' autore all' 81'

Van De Looi 6, è in crescita, anche se sbaglia posizione alcune volte e non cerca mai l'imbucata decisiva, sul rigore, forse l' arbitro vede un suo tocco, Joronen spegne comunque le polemiche parando il tiro avversario

Bisoli 7 si mangia un gol di testa centrando il portiere avversario, ma innesca Bajic nell' azione del pareggio di Palacio e cerca di dare il suo apporto nella fase offensiva, da evitare che si metta in barriera, la palla gli passa sopra la testa, mentre a Moreo passa ad altezza spalla

Palacio, 7 suona la carica con il pareggio in estirada al 21', cala alla distanza, perde una palla clamorosa che quasi costa il pareggio, Super Pippo decide di cambiarlo, ma il cambio appare tardivo

Leris 6,5 sta entrando lentamente in forma, ha dei guizzi da grande giocatore, ma cala troppo alla distanza, pare avere autonomia di solo un tempo, ma viene sostituito solo dopo aver subito tre pali ed un rigore contro

Bajic. 7,5 fa reparto da solo, tiene in ansia tutta la difesa, è anche fortunato perché sul gol del raddoppio per togliergli la palla, Proia serve in area Bertagnoli che insacca l' 1-2;, esce per primo dopo soli 60' e ci chiediamo perché

Tramoni 5,5 nella bolgia finale non si trova a suo agio

Mangraviti, 6,5 gioca fuori ruolo, ma se la cava dando una grossa mano al reparto difensivo

Cavion, 5,5 gli si chiede di dare il suo apporto ad un centrocampo in difficoltà, potrebbe fare meglio

Spalek 5 sbaglia un facile appoggio in contropiede che spalancherebbe la porta a Moreo, va in barriera pur essendo il più basso, cosa da evitare fin dai Pulcini

Moreo 5,5 poco servito, non finalizza un contropiede quattro contro due al 92' per andare verso la bandierina, invece di chiudere la partita, rimedia un cartellino giallo

Inzaghi 7 vince, e chi vince ha sempre ragione, in conferenza stampa glissa sui cambi ritardati e afferma che la rosa è completa ed il mercato è lontano, ma la carenza di difensori centrali e di laterali nei quattro di difesa è palese, visto che ha dovuto giocare con i due centrali in pessime condizioni fisiche e Mateju ha giocato tutti i 90'. Nella ripresa dopo cinque minuti di controllo, le rondinelle vanno in difficoltà, anche per le decisioni arbitrali che consentono al Vicenza di recuperare alcuni palloni con falli evidenti non fischiati, ma soprattutto perché mezza squadra va in debito di ossigeno. Il Brescia per 20 minuti subisce perciò le folate dei veneti che colpiscono tre legni pieni e si fan parare un rigore. Dopo i cambi, il Brescia comincia a riemergere e segna il terzo gol. Solo su punizione inventata il Vicenza accorcia con la papera di Joronen all' 85'.

Tifoseria bresciana 7 esaurisce il settore ospite polverizzando i 975 tagliandi disponibili, esagera un po' con i cori contro, quando la squadra avrebbe bisogno di sostegno a "favore". Esplode sui tre gol e sul rigore parato in un boato di gioia. La capolista se ne va! L.M.

.

.