Il Brescia rialza la testa 2-0 al Verona

Brescia Verona 2-0 fotolive
Brescia Verona 2-0 fotolive

Lopez schiera le rondinelle con il 4-4-2, davanti a Joronen, Papetti e Mateju centrali, terzini Martella e Sabelli, centrocampo con Spalek in fascia destra, con licenza di spaziare anche centralmente, Bjarnason a sinistra, Tonali e Dessena centrali, Torregrossa e Donnarumma in attacco.

Primo tempo equilibrato con occasioni da una parte e dall' altra, tanti falli, ma difese inviolate. Buoni i primi 45' di Spalek in aiuto alla difesa, Torregrossa sfiora più volte il vantaggio, ma è sfortunato, soprattutto quando centra il palo a porta vuota. Donnarumma e Tonali mancano all' appello, luci ed ombre per Martella che salva di testa sulla linea di porta, ma poi sbaglia troppo in fase di impostazione e getta via una punizione dal limite. Joronen attento salva la porta bresciana un paio di volte. Bjarnason spreca un buon assist di Spalek e sbaglia appoggi facili. Sufficiente Dessena, mentre Papetti e Mateju a volte fan fatica, altre si fanno valere con ottimi interventi difensivi.

La ripresa inizia con il Brescia più convinto in attacco ed arriva il primo gol di Papetti, classe 2002 al 52' di testa da calcio d' angolo del classe 2000 Tonali che finalmente calcia alla perfezione una palla da fermo, dopo le incertezze delle prime partite post lockdown.
Cresce il Brescia, mentre il Verona sembra aver accusato il colpo.
Bjarnason in piena area ha la palla del raddoppio, ma invece di concludere al volo, cerca un controllo che gli riesce male. A venti dalla fine il Verona esaurisce i 5 cambi tentando il tutto per tutto, nel Brescia entra Semprini per Martella. Un errore di Donnarumma al 76' a centrocampo fa ripartire i veneti, azione che si conclude con Joronen a parare la conclusione di Verre al volo da pochi passi.

Tonali perde una palla sanguinosa, Joronen para su Faraoni, Dessena spazza l' area al 78'. Esordio in serie A per Viviani che prende il posto di un Tonali stanco. Entra anche Zmrhal al posto di Bjarnason. Torregrossa ancora sfortunato all' 88: il suo tiro è deviato contro la traversa da Silvestri.

Addirittura sei i minuti di recupero. Donnarumma in contropiede non sbaglia e raddoppia al 95'. Finalmente il Brescia porta a casa i 3 punti, è la prima vittoria, meritatissima, del 2020 maledetto. Lasciato l' ultimo posto, si supera la soglia dei 20 punti e si intravvedono Genoa e Lecce là davanti. Peccato lo scippo dei 2 punti a noi ed il punto regalato al Genoa da Irrati, altrimenti saremmo vicinissimi! L.M.

Brescia-Hellas Verona 2-0 (primo tempo 0-0)

Marcatori: 8'st Papetti (B), 50'st Donnarumma (B)

Brescia (4-3-1-2): Joronen; Sabelli, Mateju, Papetti, Martella (22'st Semprini); Bjarnason (37'st Zmrhal), Tonali (36'st Viviani), Dessena; Spalek; Donnarumma, Torregrossa. All. Lopez

Hellas Verona (3-4-2-1): Silvestri; Rrahmani, Kumbulla, Empereur (26'st Stepinski); Faraoni, Badu (22'st Lucas), Veloso, Lazovic; Borini (33' pt Verre), Zaccagni (22'st Di Marco); Di Carmine (26'st Pazzini). All. Juric

Arbitro: Piccinini di Forlì

Ammoniti: 16' pt Martella (B), 43' pt Papetti (B), 26'st Di Carmine (V), 35'st Spalek (B

Brescia senza anima l'Inter vince 6-0

.

.