AMARCORD Brescia - Atalanta vista dal vivo

Categoria principale: Brescia Calcio
AMARCORD Brescia - Atalanta
AMARCORD Brescia - Atalanta

la prima volta che vidi in serie A l' Atalanta a Brescia fu il 12 aprile del 1987, l' Atalanta ed il Brescia lottavano per la salvezza punto a punto. Un gol di Tullio Gritti allo scadere del primo tempo esaltò lo stadio gremito. Nella ripresa il Brescia di Giorgi sfiorò il raddoppio, mentre Aliboni chiuse la saracinesca, le rondinelle portarono a casa due punti che sembravano lanciarle verso la salvezza, vanificata dal gol del bresciano Bonetti a Torino all' ultima giornata, mentre l' Atalanta di Sonetti sprofondò in classifica per arrivare anch' essa alla retrocessione.



Il 9 maggio 1993 il derby a Brescia finisce con un' altra vittoria netta dei bresciani, stavolta è un altro bomber, Raducioiu a decidere la sfida con una doppietta nella seconda parte della ripresa. Ma a fine campionato la squadra di lucescu retrocederà, mentre l' Atalanta di Lippi, futuro Campione del Mondo 2006, troverà un ottimo piazzamento, finendo settima.

Il 22 febbraio 1998 il derby lombardo torna al Rigamonti per una sfida salvezza decisiva, ma il pareggio per 2 a 2 che ne scaturisce, sarà fatale ad entrambe: Brescia ed Atalanta a braccetto in serie B. La squadra di Ferrario scappa sul 2 a 0 con la doppietta di Hubner. Nel secondo tempo la squadra di Mondonico con Rossini e Magallanes riagguantano le rondinelle.

A braccetto le due formazioni torneranno in serie A per la stagione 2000-2001 ed a braccetto finiranno a pari punti, 44 al settimo posto nella migliore stagione della storia del Brescia. il 18 marzo 2001 l' ex Ganz segna una doppietta e Morfeo fissano il risultato sullo 0 a 3 per la squadra allenata da Vavassori, ma non si giocò al Rigamonti, bensì a Reggio Emilia a causa dell' arbitro Paparesta, famoso per moggiopoli, che dopo aver fatto perdere il Brescia a Mompiano con la Lazio con un arbitraggio tra i più infami mai visti a Brescia, si vendicò delle proteste di tutto il pubblico chiedendo ed ottenendo la squalifica del campo bresciano. La squadra di Mazzone, reagì a questa inopinata sconfitta con una sequenza di 11 partite senza sconfitte da qui alla fine del campionato.

IL 30 settembre 2001 è il giorno che passerà alla storia per la corsa di Mazzone sotto la curva atalantina che lo aveva offeso per tutta la partita, non tanto per la sua romanità come falasmente riporta qualcuno ( il capitano dell' Atatalnta Doni era un romano) ma con altri epiteti ruiconducibili alla madre ed all' essere allevatore, visto che no bresciani siamo famosi per essere dei veri maiali, quando ci portavano a letto le bergamasche negli anni '90 ). Quella che per me rimane una pietra miliare della storia del Brescia Calcio viene invece punita con una valanga di giornate di squalifica, ed addirittura contestata dagli Ultras 1911 che ancora oggi la condannano, ma che per me è fonte inesauribile di gioia ogni volta che la rivedo, la stessa gioia che provai la prima volta che la vidi dagli spalti del Rigamonti. Quel roccambolesco 3 a 3 venne inaugurato da Baggio al 24', poi l' Atalanta di Vavassori ribaltò la partita con Sala, il traditore e falsatore di partite Doni e Orlandini. Baggio accorciò le distanze ed in quel frangente Mazzone promise la storica corsa agli avversari. Ancora Baggio con una punizione decentrata, segnò la fantastica rete del tre a tre al 92' scatenando il tripudio del Rigamonti gremito e la corsa del nostro allenatore verso gli Ultras ospiti. L' Atalanta concluse al nono posto, il Brescia al tredicesimo.

L' ultima sfida in serie A va in scena il 6 aprile 2003 quando il Brescia di Mazzone strapazza l' Atalanta di Vavassori con un netto tre a zero con i gol di Appiah, Baggio e Petruzzi in uno stadio gremito che sbeffeggiava l' Atalanta in grande difficoltà. Infatti gli orobici retrocessero allo spareggio con la Reggina, mentre i biancoblu conclusero al nono posto conquistando un posto in Europa. L' Atalanta tornerà in serie A solo dopo che il criminale Doni comprò la promozione truccando diverse partite per farle vincere il campionato di serie B, la pseudo giustizia sportiva trovò le prove, ma condannò solo a qualche punto di penalizzazione l' Atalanta che alla fine si si salvò lo stesso. Sulle basi di questo illecito non punito adegtuadatamente, l' Atalanta inizò la scalata che oggi la vede in Champions, mentre il Brescia colpito a morte da Moggiopoli, dopo una breve parentesi in serie A nell' anno del centenario, torna solo quest' anno nell' elite del calcio italiano. L.M.

Amarcord 40 anni di Roma - Brescia
Amarcord Brescia Torino in serie A ultimi 4 decenni
Amarcord Verona - Brescia ultimi 40 anni
Amarcord - questi gli ultimi 40 anni di Brescia - Inter
Genoa Brescia Amarcord 40 anni di sfide in serie A
Brescia Fiorentina Amarcord 40 anni di sfide in serie A
Brescia Sassuolo Amarcord Curiosità
Quarant' anni di Napoli Brescia in serie A
Amarcord Brescia - Juventus

.

.