Brescia Fiorentina Amarcord 40 anni di sfide in serie A

Categoria principale: Brescia Calcio
 Brescia Fiorentina Amarcord
Brescia Fiorentina Amarcord

Il mio primo Brescia - Fiorentina fu il 26 Ottobre del 1980 in un Rigamonti strapieno, i viola capitanati da Antognoni riuscirono a strappare uno 0 - 0 alla squadra allenata da Alfredo Magni. Anche il 28 settembre del 1986 la sfida si concluse con uno 0 a 0, in campo nelle rondinelle il grande Beccalossi a fine carriera ed il futuro campione del Mondo ad Usa '94 Branco, mentre tra i gigliati gioca il già Campione del Mondo Claudio Gentile, anche lui a fine carriera. In panchina Bruno Giorgi da una parte ed Eugenio Bersellini dall' altra.

Un altro pareggio, stavolta per 1 a 1 fu il risultato finale della sfida andata in scena il 22 Novembre del 1992, in gol andarono Gica Hagi al 47' ed Orlando per gli ospiti al 62'.
Entrambe le squadre retrocessero in serie B alla fine della stagione.nonostante i vari De Paola, Hagi, Raducioiu da una parte, Pioli, Batistuta e Laudrup dall' altra. In panchina l' istrione Lucescu e l' esperto Radice.

Il 20 Febbraio 1994 le due formazioni si ritrovarono perciò in serie B dove il Brescia spezzò la serie di pareggi della sfida con un netto 3 a1 firmato da ben quattro rigori trasformati : al primo di Batistuta, risposero Bonometti , due volte e Piovanelli.
Lucescu e Ranieri portarono entrambe le squadre in serie A a fine stagione.

Nella peggiore stagione delle Rondinelle in serie A, il 30 Ottobre 1994, il Brescia subì una delle peggiori sconfitte della stagione con il 2 a 4 subito dai toscani al Rigamonti. In tabellino finirono Gallo ed Ambrosetti per noi e Batistuta, Di Mauro, Flachi e Rui Costa per gli ospiti. In panchina si sfidarono ancora Lucescu e Ranieri. l' 11 gennaio 1998 tornò la sfida al Rigamonti dopo oltre tre anni, ma arrivò un' altra sconfitta pesante: il 3 a 1 per i viola fu firmato da Morfeo, Batistuta e rui Costa, mentre il gol della bandiera arrivò su rigore trasformato da Hubner. Malesani condusse al quinto posto finale i viola, sulla panca dei biancoblu siedeva invece Ferrario, il quale non riuscirà ad evitare la serie B.

Il pareggio tornò al Rigamonti il 22 Ottobre del 2000, quando il Brescia dell' ex Baggio passò in vantaggio con Hubner, ma fu rimontato da Leandro.
Il Brescia di Carletto Mazzone, giunse a fine campionato davanti alla Fiorentina, nonostante sulla panchina viola sedesse Terim ed in campo schiarasse nazionalli come Toldo, Adani, Chiesa, Di Livio, Amoroso, Rui Costa, Leandro e Nuno Gomez.

Il Il 3 a 0 del 21 Aprile 2002 firmato da Toni e dalla doppietta di Baggio spedì in serie B i gigliati di Chiarugi, mentre Mazzone portò alla salvezza le rondinelle.

Tornata in serie A con gli aiuti di palazzo con continui stravolgimenti delle regole sulle iscrizioni e sulle promozioni, la Fiorentina dei Della Valle, che l' avevano comprata fallita per quattro palanche, venivano definiti " mafiosi che devono essere salvati dalla retrocessione " dal suo pulpito dal criminale Moggi in una nota intercettazione telefonica prima della decisiva Fiorentina - Brescia dell' ultima di campionato, il Brescia si ritrova vittima del complotto e retrocede in serie B, senza mai essere risarcito dai vari processi di Moggiopoli, nonostante al Rigamonti finisca 1 a 1 con il gol di Di Pasquale che pareggia l' iniziale vantaggio ospite di Miccoli, In panchina in quella stagione falsata e studiata a tavolino da un manipolo di delinquenti, sedevano De Biasi e Buso, mentre, a controllare che tutto si svolgesse come ordinava il Palazzo, c'era Collina sia all' andata che al ritorno.

L' ultima sfida in serie A si svolse al Rigamonti il 22 maggio 2011 in uno stadio deserto per la già avvenuta retrocessione delle rondinelle, inutile il 2 a 2 finale con i gol di Eder ed Accardi per il Brescia e di Vargas e Cerci per la Fiorentina che chiude malinconicamente la stagione del nostro centenario.

......................................
Era il 25 Aprile 1993 quando vidi il primo Genoa - Brescia in Serie A, precedentemente mi ero recato al Marassi per altre epiche partite di serie B, ricordo in particolare quella volta che mio padre dovette uscire dallo stadio per andare a nascondere l' autovettura tagata Brescia posteggiata bellamente sotto la curva locale : il gemellaggio si ruppe in quel primo tempo e si sparse la voce che avrebbero distrutto le automobili tagate BS !
Quella prima volta, dopo 46 anni dall' ultima sfida nella massima serie si concluse con un pareggio di 1 a 1:
al gol di Sabau al 5', rispose SKuhravy al 45'.
Nel Genoa di Maselli giocava l' ex Branco, nel Brescia di Lucescu i rumeni Sabau, Hagi e Raducioiu.
Il Genoa si salvò per un solo punto, il Brescia retrocesse nello spareggio di Bologna contro l' Udinese.

Il secondo incontro in serie A degli ultimi quaranta anni si svolse il 12 marzo 1995, il Genoa vinse 1 a 0 con un altro gol di Skuhravy, stavolta proprio al 90', il Genoa di Marchioro giunse quart' ultimo retrocedendo ai calci di rigore nello spareggio con il Padova, Anche il Brescia di Maifredi retrocesse, ma con poco onore: solo 12 i punti conquistati.

Il Genoa per molte stagioni rimase in serie B, retrocedendo addirittura in serie C, dalla quale risalì solo nel 2007 .

Per trovare un' altra sfida in serie A occorre andare alla stagione 2010-2011 quando a Marassi il Brescia perse nettamente, 3 a 0 con gol al 59′ di Rafinha al 70′ aut. G. Berardi (B) ed al 90′ di Antonelli , il Brescia subì l' ultima retrocessione dalla serie A, mentre il Genoa da allora si salvò sempre fino ad oggi che si trova al penultimo posto con solo 5 punti.

Quarant' anni di Napoli Brescia in serie A

Amarcord Brescia - Juventus

Udinese Brescia Brescia 40 anni di sfide

.

.